Nerij "Fato Ottenebrato Ghermente Anime Inquiete"

Posted: 10/12/12 by Redazione in Etichette: , ,
0

Demo, Self-released, 2012
Genere: Depressive Black Metal

Nerij è il nome di un neonato progetto solista targato Italia. L’unico membro, dopo aver dato vita alla sua creatura, sforna subito un demo di tre tracce, che devo dire, mi ha lasciato prima perplesso e poi stupito.
Nella descrizione della band, infatti, si trova scritto Depressive Black Metal, descrizione che ha un riscontro effettivo nella prima traccia del demo che gioca su giri di chitarra malinconici e su una batteria monotona e oppressiva.
Nel complesso è un buon brano ma qualcosa stona, non convince molto, troppo sporco come esecuzione in alcune parti, come se la parte embrionale di questo brano non sia completamente uscita fuori o non sia stata “lavorata” a pieno. Alla fine del pezzo ero appunto perplesso ma mi sono ricreduto e stupito dopo: gli altri due brano infatti sono due pezzi veramente belli che viaggiano molto più sull’ambient che sul black metal vero e proprio.

L’atmosfera malinconica e decadente resta la stessa ma i brani sono decisamente migliori, meglio eseguiti e lavorati. Il secondo è quasi interamente chitarra ed è un peccato duri solo pochi minuti perchè è un ottimo lavoro davvero, il giro tende al Depressive ma non essendoci troppi altri fronzoli nel brano ne viene fuori un pezzo atmosferico molto evocativo. Il terzo ed ultimo brano invece è una vera e propria traccia dark ambient, particolarissima in quanto i suoni prendono tutte note basse, lasciando l’ascoltatore in un limbo, come se si ascoltasse l’intro di un brano che non inizia mai.

In sostanza questo demo (scaricabile gratuitamente dalla pagina facebook) è un buon lavoro, se al posto della prima tracia ci fosse stato un altro pezzo similare agli ultimi due sarebbe stato perfetto; si sente infatti che Nerij ha un’eccellente predisposizione per le tracce di quel tipo mentre sui brani normali ha ancora da lavorare. Le One Man Band sono difficili, nel concepimento delle tracce sicuramente viene più semplice essere soli ma alla fine è l’esecuzione quella che conta, non tutti ne sono capaci, Nerij è sulla buona strada, vedremo se in futuro saprà sfornare un lavoro migliore.

Recensione a cura di: Nerul
Voto: 68/100


Tracklist:
1. Claustrofobiche Pareti Impercettibili 05:30
2. Barbiturico Al Crepuscolo Di Una Notevole Letizia 02:17 instrumental
3. Individuo Catatonico Nei Giorni Solenni 09:52 instrumental

DURATA TOTALE: 17:39


0 commenti:

Share It